Discorso della Ghirlanda di Fiori: le Dieci Grandi Aspirazioni del Bodhisattva Samantabhadra
 
Corpo, parola e mente in perfetta unità, mi inchino a infiniti Buddha del
passato, del presente e del futuro, in ogni mondo e nelle Dieci Direzioni.
Il potere del voto di Samantabhadra mi permette di essere presente in ogni luogo.
Ovunque vi sia un Buddha, sono anch’io. Incommensurabile è il Buddha e così io sono.
In un granello di polvere si trovano innumerevoli Buddha,
ciascuno di essi è presente nella nostra assemblea.
La forza della mia fede penetra
in ogni atomo di tutti i regni del Dharma.
Aspiro ad usare il Grande Oceano del Suono per dare corpo a parole meravigliose
a lode dell’oceano di virtù dei Buddha nel passato, nel presente e nel futuro.
Ghirlande dei fiori più belli, fragrante incenso, musica e parasole, offro ai
Tathagata affinchè possano usarli come ornamenti.
Cibo, abiti e fiori profumati, torce, legno di sandalo e cuscini, sempre
più copiosi, voglio donare ai Tathagata.
Ispirato dal voto di Samantabhadra,
con amore e fede nei Buddha dei Tre Tempi,
dono il mio cuore, reso più grande
da una comprensione profonda,
come offerta ai Tathagata in ogni luogo.
Per molto tempo ho agito con leggerezza,
spinto da brama, odio e ignoranza
che si sono manifestati attraverso corpo, parola e mente.
Determinato a ricominciare, mi pento ora di ogni errore.
Gioisco con i Tathagata e i bodhisattva
per ogni azione meritoria
compiuta da ogni essere, in tutte le direzioni,
da chi impara come da chi non ha più bisogno di imparare.
O esseri che siete Lampade per il mondo
e voi che avete appena ottenuto l’illuminazione,
vi prego di pensare a noi con amore
e di far girare la ruota del Dharma per la salvezza di tutti.
Allo stesso modo, con sincerità, chiediamo
a tutti i Buddha che stanno per entrare nel Nirvana:
restate con noi nel corso dei Tre Tempi
per il benefìcio e il benessere di ognuno.
Con umiltà rendiamo omaggio e facciamo offerte ai Buddha, invitandoli a restare con noi nel
mondo per condurre tutti gli esseri sull’altra sponda. Dedichiamo al Sentiero del Risveglio tutti
i buoni semi prodotti dalla gioia per i meriti altrui e dal pentimento.
Tali meriti li offriamo in dono ai Tre Gioielli, alla loro forma e natura nei regni
del Dharma. Le Due Verità sono perfettamente intrecciate nel Sigillo del Samadhi.
Desidero offrire e non tenere per me
questo immenso oceano di meriti.
Se esistono esseri umani privi di consapevolezza
che con corpo, parola e mente
distruggono il sentiero della liberazione,
possano tutti i loro ostacoli essere rimossi.
In ogni istante la saggezza avvolge i regni del Dharma affinchè tutte le specie giungano a un punto di non regresso.
Lo spazio e gli esseri viventi sono infiniti,
come anche le afflizioni e il frutto delle azioni passate:
tutto ciò è davvero incommensurabile
e tale è la mia offerta dei meriti.

Avatamsaka Sutra, 36. Tripitaka. Taisbo riveduto 279